Trasformare l’Asus TF300TG in un Tom Tom

[image_60_right]http://www.problema-computer.com/wp-content/uploads/2013/07/schema-sostegno-tablet.jpg[/image_60_right]

In previsione di un lungo viaggio nella penisola Italiana e di una nuova stagione di assistenza nella riparazioni dei computer e dei vari preventivi per siti internet e prodotti web correlati da effettuarsi in vie poco conosciute di Torino ho deciso di rendere più stabile, nell’auto che uso per lavoro, la posizione e l’accesso al tablet Asus durante la guida, in particolare per consultare le varie applicazioni di mappe.

Nel dettaglio le applicazioni installate nella mia periferica portatile sono:

  • Orus Map – Free
  • Google Maps – Free
  • Tom Tom – A pagamento (59 €)

L’auto che utilizzo per i mie interventi è una Toyota Avensis Verso, e la posizione più indicata in cui posizionare il tablet Asus mi è sembrata quella tra il cambio e il cruscotto, prprio al di sopra del porta oggetti. In questa posizione il TF300TG non ostacola la visuale o distoglie lo sguardo dalla strada, è di facile accesso durante la guida (Ricordo che è obbligatorio e saggio fermarsi se vogliamo distogliere lo sguardo dalla strada!!! Sono serio, ne va della nostra vita e di quella degli altri!)

Dopo una rapida ricerca nei vari store online e non avendo trovato nessun prodotto su internet consono alle mie richieste ho deciso di crearmi il supporto su cui posizionare il tablet, utilizzando il seguente materiale:

  • Pedanina da Macchinista per set cinematografici. E’ un’asse di legno (in genere di dimensioni 30 cm x 18) con due listelli sotto per rialzarla ulteriormente e un foro centrale per sbarra passante per impilarle. In campo cinematografico viene utilizzata per rialzare macchine da presa o soggetti da inquadrare.
  • Imbottitura di stoffa
  • Pelle per rivestimento. Ho utilizzato un pezzo di un vecchio impermeabile in pelle tagliato e rovinato.
  • Elastici da stoffa
  • Gancetti per quadri
  • Fermagli di recupero
  • Occhielli filettati per Legno
  • Bironi
  • Colla vinilica
  • Trapano, punte a legno, distanziale
  • Sparapunti: utilizzate graffette e chiodi a T
  • Cutter
  • Forbici, dalla punta arrotondata

[image_60_left]http://www.problema-computer.com/wp-content/uploads/2013/07/sostegno-tablet-blocco-morbido.jpg[/image_60_left]

Ho spostato i due listelli sotto alla pedanina in modo che aderissero lateralmente al vano portaoggetti della Toyota come in nell’immagine 1 – figura 1.

Dopo aver preso le misure ho bucato la pedanina con il trapano. Il fine è di inserire i bironi da utilizzare come guida nel posizionamento del supporto per Tom Tom / tablet che andremo a creare sopra al vano portaoggetti, individuato come base di sostegno della pedanina (immagine 1 – figura 2). Nell’inserire bironi uso l’accortezza di fare i fori tutti alla stessa profondità, grazie ad un distanziale montato sulla punta del trapano. I bironi vengono fissati alla base grazie ad una goccia di colla vinilica. Lasciamo riposare e far si che la colla si secchi per 12 ore.

La combinazione di custodia per tablet che ho acquistato in combo con il dock esterno TF300-DOCK (la tastiera/batteria) prevede che la posizione migliore per visibilità e per ergonomia sia con la tastiera sganciata e rivolta verso il basso. Per far si che le vibrazioni e la pressione non rovinino la periferica ho inserito una buona imbottitura sulla superfice a contatto con il tablet della pedanina prima di rivestirla con la pelle di recupero. (immagine 2)

Dopo aver tagliato con il cutter l’imbottitura l’ho fissata sulla parte superiore della pedanina con la sparapunti e le graffette.

Ho rovesciato la pedanina e tagliato a misura la pelle da applicare per foderarla e l’ho fissata con la sparapunti e le graffette e dopo aver fatto le pieghe ai vari angoli con i chiodi a T .

[image_60_right]http://www.problema-computer.com/wp-content/uploads/2013/07/blocco-tablet-android.jpg[/image_60_right]

Ho misurato e applicato gli occhielli filettati a cui ho fissato gli elastici e alle estremità i gancetti per quadri. Serviranno come cinghie di fissaggio una volta apposto il supporto per navigatore (immagine 1 – figura 3).

Utilizzando delle fibbie di recupero dall’impermeabile, un elastico legacavi e un paio di occhielli metallici ho creato la fibbia a sgancio rapido per bloccare o meno il tablet sul supporto (immagine 3). L’ho fissata alla pedanina mediante la sparapunti e i chiodi a T (immagine 1 – figura 4).

Il sostegno viene così completato, nel video su youtube le spiegazioni del suo funzionamento e di come si posiziona il tablet sul supporto.

Costo della realizzazione: 0 € (e mezza giornata tra lavoro e foto).

Condividi e consiglia questo articolo!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *