Blackout a Torino nella sera del 27 maggio 2013 che succede?

Ieri abbiamo, nuovamente, sperimentato un blackout TOTALE della linea elettrica nella zona di Corso Regio Parco.

Dalle 22 in poi vi sono stati prima due blackout distinti, il primo lungo qualche minuto, inframmezzati da sbalzi di tensione (le lampadine si sono riaccese qualche decimo di secondo per poi rispegnersi subito) e verso le 22.30 un terzo blackout.
La conseguenza nel quartiere (immagino abbia colpito solo qualche dorsale della rete elettrica principale, in quanto alcuni condomini son rimasti illuminati) sono state di buio totale per i lampioni e nelle case, antifurti impazziti e persone a cristonare per la mancanza di luce elettrica. Immagino che un ripetitore Wind si sia spento, perchè mentro ero al telefono con amico mi è cascata la linea.

Dopo una rassegna stampa veloce questa mattina mi rendo conto che solo twitter ha pubblicato qualche cinguettio sull’argomento mentre i media online non trattano la notizia. Da twitter però, oltre al tweet che son riuscito a pubblicare tra una interruzione di corrente e l’altra, vengo a sapere che il blackout ieri ha visitato Vanchiglia.

Vediamo che succederà nei giorni a venire una volta che il popolo torinese inizierà ad accendere i condizionatori.

ELETTRONICA – CHE FARE IN CASO DI BLACKOUT?

Gli sbalzi di tensione e le brusche interruzioni causate da un blackout possono danneggiare seriamente tutti gli apparecchi che utilizzano la rete elettrica.
Computer, router, hdd multimediali, dvd, impianti surround e tv ne risentono in maniera particolare. I problemi in seguito a repentini sbalzi elettrici possono friggere alimentatori o direttamente le schede interne se non protette.
E’ conveniente quindi in situazioni come quella di ieri sera e nel caso di presenza di materiale sensibile agli sbalzi di tensione, staccare completamente il generale e aspettare che la situazioni si stabilizzi. Teniamo quindi sempre a portata una serie di luci di emergenza per affrontare i momenti bui!

Nel caso di server, o strumentazione particolarmente delicata, è possibile acquistare un gruppo di continuità per dare tempo alla macchina di spegnersi o per tamponare l’"effetto onda di marea" della rete elettrica.
Un computer portatile, grazie alla batteria integrata non risente degli sbalzi di tensione (ma si potrebbe friggere l’alimentatore) e tutti i dispositivi a batteria naturalmente non hanno problemi in caso di mancanza di luce.

Condividi e consiglia questo articolo!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *