Aggiornamento

L’informatica è in continuo movimento, in un anno in media viene raddoppiata la potenza e la velocità delle applicazioni. Questo avviene grazie all’introduzione di hardware più potente sul mercato e alle migliorie che vengono apportate ai vari software e ai vari sistemi operativi.
Spesso l’aggiornamento ai driver di gestione dell’hardware più recenti permette di renderli più veloci,  risolvere molte incompatibilità e aumentarne la sicurezza.
Grazie agli aggiornamenti al firmware di alcuni SSD si risolvono problemi di incompatibilità o instabilità.
  • Sistemi operativi (Windows, Linux)
  • Driver
  • Software
  • Firmware

 

L’aggiornamento automatico ai vari software o sistemi operativi non è sempre la soluzione migliore.

Nella vita di un buon programma vi è una frenetica attività di correzione degli errori e di adattamento alle evoluzione dell’hardware e dei restanti software con cui lavora. Questo avviene grazie a delle “pezze” per coprire i vari buchi lasciati nel codice del programma, questa correzione dell’errore viene chiamata patch (o in alcuni casi fix). Una volta che queste patch sono state testate vengono inglobate nella nuova release del programma, nel caso dei sistemi operativi come la microsoft vengono pian piano impacchettate in un file unico chiamato service pack fino a che il sistema operativo diventerà così obsoleto da doverlo cambiare.

Gli aggiornamenti si scaricano da internet e spesso vi è modo di automatizzare questa procedura, ma pur se sembra a prima vista una buona idea in realtà svela parecchie incompatibilità: hardware non compatibile, avvio del sistema più lento, software corrotto, schermate blu, stringhe di errore alfanumeriche incomprensibili fino ad arrivare in alcuni casi al blocco completo del PC.

Per questo è buona norma scaricare gli aggiornamenti ma farli installare ad una persona competente in materia scegliendo gli aggiornamenti più opportuni o nel caso di aziende quando le specifiche di sicurezza lo richiedono.

Ulteriore attenzione bisogna porre ora che vi sono più sistemi operativi (come Windows Seven) a 64 bit e non 32 bit, per cui bisogna far attenzione a quali patch installare, scegliendo quelle adatte al sistema installato!

 

Condividi e consiglia questo articolo!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *